La riflessologia plantare

Nella pianta del piede sono riflessi tutti gli organi interni e questa piccola porzione di corpo  è attraversata da 7.200 terminazioni nervosa.

Ognuna di esse è una sotto-diramazione del nervo sciatico e del nervo crurale.

Sempre dal piede si eliminano circa 400/500 ml di liquidi di scarto e tossine al giorno.

Diventa chiaro che intervenendo sul piede abbiamo un incredibile effetto su tutto il corpo, e che dallo stato di salute del piede si può effettivamente verificare lo stato di salute dell’ intero organismo!

L’efficacia della riflessologia plantare

La Riflessologia plantare è un metodo naturale, antichissimo e molto efficace per :

  • stimolare il potenziale autocurativo del corpo ,
  • risvegliare i meccanismi che portano ad uno stato di equilibrio e armonia , l’omeostasi ,
  • ridurre lo stress e la tensione proprio laddove si è somatizzato di più ,
  • risolvere problemi di insonnia,
  • alleggerire e poi eliminare ogni di forma di dolore cronico sia muscolare che articolare,
  • dare energia in caso di stanchezza costante 
  • compiere una detossinazione profonda 
  • indurre il rilassamento per poter accedere a livelli esistenziali più evolutivi  .

Sono davvero tante le informazioni che si raccolgono facendo un’indagine del piede, è come fare una visita generale , una sorta di check up , in seguito al quale si mette in atto il trattamento più efficace proprio nella zona del corpo che ne ha più bisogno . 

A cosa serve la riflessologia

Attraverso la pressione di punti specifici si evidenzia non solo lo stato di salute generale, ma anche quali organi, muscoli o vertebre hanno bisogno di essere massaggiate perché infiammate.

Energie bloccate o congestionate da chissà dopo quanto tempo si liberano allentando, attraverso il massaggio, quella che viene percepita come una sorta di contrazione o tensione.

Da un piede quindi si può scoprire tantissimo sulla persona: dove somatizza gli eventi stressanti di ogni giorno e la sua salute fisica, emotiva, energetica.

La riflessologia plantare permette anche di conoscere la persona un po’ più in profondità perché il piede rivela l’atteggiamento che si ha nella vita, in che modo si cammina nel mondo, con quali aspettative e, addirittura, quali traumi si è vissuto .

Nel piede sono riflesse le singole parti del corpo. La riflessologia plantare permette di dare una mappatura generale esplorando l’organismo e i suoi apparati nel loro insieme.

Il massaggio di riflessologia plantare

Le mobilizzazioni iniziali, definite aperture, permettono di dialogare con le zone riflesse e con i vari strati organici , seguendo la fisiologia , viene ripristinato il naturale processo di omeostasi, ovvero di riequilibrio, del corpo .

Le aperture sono una piccola parte di mobilizzazioni osteopatica e mirano a liberare le giunture dalle caviglie, alle ginocchia, alle anche , fino alle spalle e al collo. Agendo nel piede si crea un effetto distensivo e di detensione dei gruppi articolari e nervosi principali

Si prosegue poi per individuare quali sistemi fisiologici siano primari durante la seduta; qui può intervenire in supporto la medicina tradizionale cinese , perché aiuta a fare una valutazione organica un po’ differente da quella della classica anatomia .

Attraverso l’ascolto attivo, o il test chinesiologico, viene scelto l’intervento del giorno.

I trattamenti di riflessologia

Esistono diversi trattamenti di riflessologia plantare che si possono eseguire senza iperstimolare il piede, questo infatti renderebbe fastidiosa la seduta, come molti avranno già sperimentato con la vecchia riflessologia, ma al contrario per tutto il tempo si ha un rilassamento intenso:

  • In ogni seduta si da`sempre energia agli organi e ai sistemi che ne hanno più bisogno, dando beneficio a zone dolenti anche senza toccarle direttamente come si faceva anni fa, ma tenendo conto della fisiologia e dei differenti tessuti coinvolti;
  • si può fare la seduta antidolore, consigliata quando c’è uno stato infiammatorio. In questo caso si può utilizzare la tecnica di Lowett o del Dott. Di Spazio che sollevano molte sciatalgie, lomobosciatalgie, cervicalgie, più o meno croniche;
  • si possono massaggiare i punti individuati dall’agopuntura per sbloccare disturbi a livello di stomaco, ansia, emicranie, stanchezza cronica, palpitazioni o tachicardie, problemi respiratori, disagi a carico dell’intestino, osservando e trattando gli organi attraverso i cicli di generazione e controllo della Medicina Tradizionale Cinese;
  • si può  aiutare in caso di insonnia, di squilibri a carico del sistema endocrino, di vampate di calore o sbalzi d’umore,
  • Si può utilizzare la tecnica metamorfica, che aiuta a risolvere eventuali traumi di nascita o cicatrici antiche che ci portiamo dietro fin da quando eravamo nel grembo materno; 
  • si può servirsi della tecnica spirituale, o tecnica energetica sui chakra, perché il piede è una zona del corpo aperta all’evoluzione della coscienza, data la derivazione embriologica e corrispondenza con i foglietti embrionali e data l’antica gestualità della lavanda dei piedi fatta durante i rituali ben descritta nei testi sacri. 

 In verità non ci sono limiti ai benefici di un massaggio sul piede fatto tenendo conto di questi molteplici aspetti, e saranno tutti diversi ma sempre incredibilmente efficaci. 

I benefici della riflessologia

Attraverso il massaggio al piede si stimolano immediatamente il nervo vago e le endorfine, che oltre a produrre profondo rilassamento e benessere, sono  sostanze liberate nei momenti di massimo piacere,  dette anche morfinosimili,  le quali agiscono come sostanze trasmettitrici che si attivano sul sistema analgesico del sistema nervoso centrale .

La sensazione che si ha durante un trattamento di riflessologia plantare è abbastanza difficile da spiegare con le parole, perché la detossinazione tramite gli organi emuntori e il profondo rilassamento da parte del sistema nervoso centrale, sono svolte ad alti livelli, tanto da durare per diversi giorni successivi.

La riflessologia plantare agisce inoltre in maniera così significativa perchè la gestualità e la ritualità di mettersi ai piedi delle persone crea nel ricevente una ben precisa sensazione che lo riporta all’infanzia e al suo bambino interiore , quando avevamo la madre o chi per essa che si occupava a 360° di noi.

Allo stesso tempo ricorda che in noi c’è un maestro, una parte più grande , consapevole e matura , e l’operatore, che con infinita umiltà si mette ai piedi, ricorda l’antico rito della lavanda dei piedi che veniva fatta a coloro ritenuti Maestri o Guide spirituali di cui abbiamo senz’altro sentito parlare nelle scritture .

Connessioni a livello embrionale

A livello embrionale il piede incontra tutti e tre i foglietti embrionali/germinativi.

Il massaggio di riflessologia plantare stimola e risveglia un’energia primordiale che è in noi fin da quando eravamo nel grembo materno, la stessa energia che ha contribuito a formare i diversi organi con le loro differenti funzioni .

Ecco perché con il massaggio al piede possono avvenire grandi cambiamenti.

La riflessologia plantare permette certamente di stare meglio fisicamente e di fare la vera prevenzione alla salute.

Offre anche la grande opportunità di crescere emotivamente e, a livello di coscienza del nostro Se’ interiore , di dare spazio a quella voce che ci parla quando ne abbiamo più bisogno.

Tutto questo in base alla disponibilità che ci si concede di mettersi in gioco, quindi io come operatore ti stimolerò  ad aprire delle porte , ma poi ci entreremo solo se e quando tu ti sentirai di attraversare i tuoi confini . 

A scuola di Sé
progetto di Silvia Barnaba
349 457 6825
info@ascuoladise.it